Lascia il tuo indirizzo e-mail e scarica il documento

Pubblicato 10 mesi fa

Verdure di stagione ad aprile: quali sono

Home - idee cucina

verdure-stagione-aprile-lista

Con l’arrivo del mese di aprile e della primavera, inizia a cambiare la nostra dieta. Ecco la verdura di stagione da scegliere in aprile.

Ormai lo sappiamo: alla base di una corretta alimentazione c’è il consumo di verdura. Il modo migliore per ricavarne tutti i benefici è rispettare la stagionalità dei prodotti che vogliamo mangiare. Perché è vero che ormai possiamo acquistare qualsiasi tipo di ortaggio durante tutto l’anno, ma non rispettare la stagionalità è importate per trarre tutte le proprietà nutrizionali, mangiare cibi freschi e di qualità.

Con l’inizio della primavera è tempo anche di iniziare a depurare l’organismo, reduce da un periodo dell’anno caratterizzato da un’alimentazione ricca di proteine e grassi e da una vita sedentaria. Basta quindi con cibi ricchi di lipidi e zuccheri e sfruttiamo l’offerta di verdura di stagione di aprile come un rimedio naturale per disintossicarci. Ecco qui le verdure di aprile, così da scegliere correttamente al mercato, al supermercato e anche al ristorante.

Verdure di stagione di aprile

Ad aprile la dispensa degli ortaggi si arricchisce di nuovi elementi e ne conserva anche alcuni dal recente inverno. Possiamo quindi iniziare a mangiare agretti, asparagi, carciofi, fave, piselli, cicorino da taglio, spinaci e taccole. Ma continuare a godere ancora un po’ di bietola, cavolfiori, broccoli e broccolo romanesco, cavolo cappuccio, cavolo verza, cime di rapa, finocchi, indivia e lattuga, porri, rape e ravanelli.

Tra le verdure del mese di aprile si distingue, per le sue proprietà depurative, il tarassaco, che stimola sia la produzione sia l’eliminazione della bile da parte del fegato, con effetto disintossicante. È inoltre diuretico e quindi facilita l’espulsione delle tossine e contrasta la ritenzione idrica. Ricordate che il tarassaco, come tutte le insalate che hanno un gusto amarognolo, possiede delle sostanze utili per il buon funzionamento del fegato.

Gli asparagi ad esempio si possono usare per preparare un antipasto sfizioso come i vol au vent vegan con crema e punte di asparagi; o anche da utilizzare in una frittata con asparagi, zafferano e crema di pecorino. Perfetti per un primo raffinato e per chi ama i sapori delicati ma particolari sono poi gli asparagi selvatici: cercate una buona ricotta e preparate dei golosi ravioli di ricotta e asparagi selvatici.

I piselli e tutti i legumi freschi in baccello in questi giorni fanno la loro comparsa sui banchi dei supermercati; i piselli ad esempio possiamo usarli per preparare un risotto ai piselli e bitto. I piselli, alleati dell’apparato cardiocircolatorio e nemici del colesterolo, sono ottimi anche in padella, per accompagnare ricette di carne come lo spezzatino o trasformati in una vellutata.

Sempre se amiamo il risotto, lo si può preparare con asparagi e crema di parmigiano, oppure il riso venere ai carciofi, pomodorini e fave insaporito con l’aneto. I carciofi sono ottimi crudi in insalata, bolliti, in padella, da usare per un sugo da condire la pasta o per una crema da spalmare sul pane tostato.

Un’altra idea è la panada di carciofi e patate, una torta rustica ripiena di verdure, adatta per pranzi in famiglia o picnic fuori casa. Un suggerimento: congelatela da cotta, coperta con una pellicola trasparente, e scongelatela per qualche ora in frigorifero, poi passarla in forno: questo procedimento la renderà più fragrante!

Le fave fresche sono ottime per un originale hummus di fave al peperoncino e menta, ottime anche crude con il pecorino, o cotte e trasformate in purea. Da provare un originale insalata di fave, acciughe e pomodori secchi. Mentre le taccole possono diventare protagoniste di un primo piatto ricco di sapore come gli spaghetti con taccole, gamberi e pesto di olive.

La “barba di Frate” o agretti sono ricchissimi di potassio, calcio e vitamine, possono essere cotti al vapore o lessati e sono depurativi, diuretici e mineralizzanti. Possono essere anche saltati in padella con pomodorini e olive, ottimo contorno per un piatto di pesce al vapore o alla griglia.

Se poi siete alla ricerca di un modo di far mangiare alcune verdure, come il cavolfiore ai bambini, provate le polpette di cavolfiore e barba di frate, che potete facilmente conservare in freezer, congelandole su un vassoio di alluminio ben distanti tra loro. Una volta che le polpette si saranno solidificate, posizionatele in una bustina di plastica. In questo modo potrete anche prenderne un po’ alla volta, a seconda del numero di commensali che avete a tavola.

Le cime di rapa, famose in Puglia per il sugo delle orecchiette, sono ottime nei piatti di pesce, stufate come contorno, con l'aggiunta di un po' di peperoncino.

category image

Contorni freschi

Lattughino

category image

Contorni freschi

Misticanza

category image

Contorni freschi

Radicchietto

category image

Contorni freschi

Rucola

category image

Contorni freschi

Spinacino

category image

Contorni freschi

Valerianella

Back folder page

Torna alle idee di cucina