Lascia il tuo indirizzo e-mail e scarica il documento

Pubblicato 13 giorni fa

Elenco verdure di primavera: quali sono

Home - idee cucina

verdure-primavera-quali-sono

In attesa dell’arrivo della primavera, pensiamo a quali sono le sue verdure da acquistare ma anche da iniziare a coltivare.

Con l’arrivo della primavera i banchi di frutta e verdura di mercati e supermercati si tingono di colori bellissimi: il verde di piselli e asparagi, ma anche patate, zucchine e melanzane. Sappiamo quanto è importante consumare frutta e verdura di stagione, non solo perché così riduciamo il nostro impatto sull’ambiente, ma anche perché la natura ci offre tutti i nutrienti necessari. Sta a noi assumerli nel momento giusto. La verdura di stagione garantisce inoltre la genuinità, la freschezza e soprattutto risparmio al portafoglio, inoltre potremo consumare la verdura nei mesi della sua naturale crescita e maturazione. Questo è il momento migliore per preparare un delizioso risotto agli asparagi oppure lasciarsi conquistare dal delicato sapore dei fiori di zucca.  Con l’arrivo della primavera il banco dell’ortofrutta dà il meglio di sé, rendendoci quasi impossibile decidere cosa acquistare. Non solo zucchine e carciofi, ma anche piselli, fagiolini, asparagi e fave, sedano e ravanelli…

Tra minestre, zuppe, piatti freddi e contorni freschi e colorati, ogni ricetta è perfetta per dare sfogo alla voglia di verdure primaverili. Questo è anche il momento giusto per depurare il nostro corpo e fare il pieno di vitamine con la corretta alimentazione. Dopo le fatiche e i malanni invernali, infatti, l’organismo ha bisogno di ritrovare equilibrio e leggerezza con una dieta disintossicante e ricca di nutrienti essenziali e funzionali al nostro benessere. In nostro soccorso arriva la natura che mette nel piatto la giusta carica di vitalità ed energia: verdura di stagione, cereali integrali, legumi freschi, noci e semi. Sono tutti alimenti ricchi di sostanze antiossidanti – come le vitamine C, E e il beta-carotene, precursore della vitamina A – indispensabili per proteggere le cellule del nostro organismo dall’azione ossidante dei radicali liberi.

I cereali sono la base della nostra alimentazione. I cereali integrali, in particolare, svolgono per il nostro organismo la funzione di ‘spazzini’ grazie al grande apporto di fibre insolubili che regolarizzano il transito intestinale. Nella dieta ideale per questa stagione, i cereali integrali possono essere abbinati molto facilmente a verdure primaverili ed erbette ricche di proprietà benefiche. In questo periodo, ad esempio, è facile trovare dal fruttivendolo carciofi, asparagi e ravanelli, bietole, fagiolini, fave, finocchi, lattuga, porri, piselli, sedano e spinaci.

Un consiglio utile: ricordate, se possibile, di mangiare le verdure ancora croccanti in modo da non disperdere i nutrienti durante la cottura.

Tarassaco e carciofo, per esempio, depurano il fegato e svolgono una profonda azione disintossicante. Hanno proprietà diuretiche e prevengono la ritenzione idrica. E se i carciofi dovranno essere acquistati dal contadino o al supermercato, per il tarassaco basterà concedersi una passeggiata in una zona lontana dal traffico per trovarne in abbondanza. Lo vedrete svettare nei prati per il bel giallo intenso dei suoi fiori. Ecco una ricetta per gustare queste verdure primaverili da accompagnare, magari, da una porzione di riso integrale bollito.

Verdure da piantare in primavera

Per chi ha deciso di avviare un orto, la primavera è il periodo dell'anno decisivo. In questa stagione, infatti, si piantano la maggior parte delle sementi. Il basilico può essere seminato a fine marzo nei contenitori in ambiente protetto, altrimenti a fine aprile in campo. Si può seminare biete e coste da aprile fino a fine giugno, mentre a maggio si può cominciare a piantare cavolfiori, broccoli e cavolini di Bruxelles in contenitori alveolati; li si trapianterà dopo 30-40 giorni e il raccolto avrà inizio a fine estate. I cavolini di Bruxelles possono essere facilmente coltivati anche in vaso. Se di varietà precoce, il cavolo cappuccio e il cavolo verza possono essere trapiantati fin da fine marzo, altrimenti in aprile, meglio primi di maggio per il cavolo cappuccio.

Al sud i cetrioli possono essere seminati in vaso fin da marzo, a nord da aprile; le piantine andranno poi trapiantate dopo almeno un mese. Le cipolline vengono seminate in inverno, fino ai primi di aprile. Aprile è tempo anche per la semina di alcuni legumi, preferibilmente in luoghi riparati per evitare le conseguenze di freddi tardivi. Da fine giugno si possono seminare i finocchi in contenitori alveolati. Le melanzane si seminano a fine marzo in ambiente protetto, mentre il trapianto nell’orto va fatto circa un mese più tardi, quando le temperature sono più alte. Le patate vengono seminate a maggio, irrigate e pulite a mano dalle erbacce. In estate fanno i fiori e si sviluppano sottoterra, mentre a ottobre vengono cavate.

I peperoni hanno bisogno di temperature piuttosto miti per germogliare: per questo saranno seminati in vaso a marzo (al Sud già a gennaio-febbraio) e trapiantati in campo dalla metà di maggio. I pomodori invece vanno seminati in vaso tra febbraio e marzo e trapiantati quando le piantine saranno alte almeno 15 centimetri. Importante ricordarsi che il pomodoro necessita di molto sole. Infine le zucchine si possono seminare a marzo in ambiente protetto e trapiantare dopo una ventina di giorni. La semina diretta in campo, invece, avviene dopo la metà di aprile, per evitare gelate tardive.

category image

Contorni freschi

Misticanza

category image

Contorni freschi

Radicchietto

category image

Contorni freschi

Rucola

category image

Contorni freschi

Spinacino

category image

Contorni freschi

Valerianella

category image

Contorni freschi

Cuore di iceberg

Back folder page

Torna alle idee di cucina