Lascia il tuo indirizzo e-mail e scarica il documento

Pubblicato 11 mesi fa

Contorno per calamari ripieni: idee e ricette da considerare

Home - idee cucina

contorno-calamari-ripieni

Un mollusco pregiato, dal gusto delicato ma inconfondibile, il calamaro è molto diffuso sulle nostre tavole. La versione ripiena poi è tra le più amate: ecco qualche idea e ricetta per creare il giusto contorno ai calamari ripieni.

Il calamaro è un mollusco e noi abitualmente ci cibiamo di quello comune, chiamato anche europeo, che in natura è conosciuto come il Loligo vulgaris. Per molti però non è facile distinguere calamari e totani. Prima di tutto è utile osservare la pigmentazione: i calamari sono di colore rosa violaceo, a volte con sfumature di rosso. I totani sono invece più chiari, abitualmente di color marrone-arancione. Se li osserviamo sui banchi della pescheria già puliti, dobbiamo invece soffermarci ad osservare le pinne: quelle del calamaro sono delle membrane poste ai lati e sembrano delle ali. Il totano invece le ha più corte e triangolari, nella parte finale del corpo.

La principale differenza tra calamari e totani però si nota a tavola: il gusto e la qualità fanno del calamaro il mollusco di maggior pregio, con carne più morbida. Il totano invece è più duro e gommoso; per questo c’è anche una differenza di prezzo, che vede il totano costare decisamente meno del calamaro inferiore. Entrambi si prestano a essere preparati con cotture lunghe a temperature basse o molto veloci ad alte temperature, come la frittura.

I calamari sono immancabili nei menù dei ristoranti di pesce, ma possono essere rapidamente preparati anche a casa. Un classico della cucina mediterranea è la ricetta dei calamari che si prepara semplicemente con solo un po’ di pane, parmigiano, acciughe e prezzemolo che creano un ripieno morbido e sostanzioso. L’importate è non cuocerli troppo a lungo in padella, in modo da non rovinare la loro delicata consistenza. Ma dopo aver preparato i calamari ripieni, quali contorni associare? Ecco qualche idea.

Idee e ricette per il contorno dei calamari ripieni

Per scegliere il contorno giusto dei calamari ripieni, bisogna pensare a qualcosa che si sposi bene con il gusto della carne del mollusco. Una prima idea è accompagnarli con carciofi e piselli, dal gusto particolarmente dolce. Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne più dure, tagliateli a metà, eliminate barba interna e affettateli finemente. Sbucciate due spicchi di aglio, fateli dorare in una padella che possa contenere sia il contorno sia i calamari ripieni. Aggiungete i carciofi, saltateli a fuoco vivo 5 minuti, unite i piselli, sale, due mestoli di acqua e lasciate cuocere 15/20 minuti. Quando le verdure saranno tenere unite i calamari ripieni e fateli insaporire insieme per 10 minuti.

Per usare ancora i carciofi come contorno e creare un piatto dai profumi mediterranei si possono unire le arance, condendoli con una salsa agrodolce. Sbucciate le arance al vivo e spellate gli spicchi, pulite i carciofi e ricavatene i cuori, tagliandoli poi spicchi sottili e mettendoli in acqua acidulata per non farli diventare neri. In una larga padella mettete olio, prezzemolo, aglio tritato e peperoncino; soffriggete leggermente e aggiungete i carciofi scolati e asciugati. Aggiustate di sale e cuocere per 10 minuti a fuoco basso: quando i carciofi saranno teneri aggiungete gli spicchi d’arancia e cuocere per 2 minuti mescolando di frequente. Una volta cotti sia i calamari sia il misto arance e carciofi, condite il tutto con una salsa agrodolce realizzata con della maizena ben sciolta con un paio di cucchiai d’acqua. Aggiungete poi aceto bianco, concentrato di pomodoro, succo d’arancia e salsa di soia e mescolate bene facendo cuocere per 5 minuti.

I calamari ripieni si sposano molto bene con le patate, che possono essere cotte al forno con la scelta vincente di cuocere poi tutto insieme. Dopo aver lavato, asciugato e tagliato a pezzi di dimensione uniforme le patate, sul fondo di una teglia versate dell’olio, sopra distribuite la cipolla a fettine, l’aglio tritato, pomodori spellati e spezzettati, un cucchiaio di prezzemolo tritato e un pizzico di sale. Su tutto adagiate i calamari e poi distribuite i pezzetti di patate, spolverate con prezzemolo, salate, pepate e ungete con un giro d’olio. Passate in forno, già caldo a 200° e fate cuocere per circa 40 minuti.

Un’idea è accompagnare i calamari ripieni con i fagiolini: lessateli in acqua salata per 10 minuti, scolateli e tagliateli con le forbici a tronchetti da un cm circa. Conditeli con l’erba cipollina tagliata a pezzetti, sale e pepe e un’emulsione di limone e olio. Affettate i calamari ripieni una volta raffreddati e sistemateli ricomponendoli in modo che sembrino interi, mettete a contorno i fagiolini e tenete al fresco, ma non in frigo, fino al momento di servire.

Un’ultima proposta più originale è accompagnare i calamari ripieni con la polenta bianca. Mentre la polenta cuoce nel tradizionale paiolo, preparate un guazzetto con due cucchiai di olio, aglio leggermente schiacciato e un pezzettino di peperoncino. Appena l’aglio comincia a dorarsi, toglietelo e aggiungete la passata di pomodoro con la pochissima, il sale e lo zucchero per togliere l’acidità del pomodoro. Dopo che il sugo è cotto 5 minuti aggiungete i calamari già riempiti e continuate la cottura per altri 10 minuti. Servite la polenta a fette accompagnandola con i calamari e il loro guazzetto oppure, se preferite la polenta morbida mettete qualche cucchiaio di polenta sul fondo del piatto e mettete il calamaro e qualche cucchiaiata di sugo al centro.

category image

Contorni freschi

Lattughino

category image

Contorni freschi

Misticanza

category image

Contorni freschi

Radicchietto

category image

Contorni freschi

Rucola

category image

Contorni freschi

Spinacino

category image

Contorni freschi

Valerianella

category image

Contorni freschi

Idea

category image

Contorni freschi

Cuore di iceberg

Back folder page

Torna alle idee di cucina