Lascia il tuo indirizzo e-mail e scarica il documento

Pubblicato 3 mesi fa

5 contorni di verdure veloci da preparare

Home - idee cucina

contorno-di-verdure-veloci-da-preparare

Scarola, cavolo nero o radicchio rosso. Ma anche erbette o funghi freschi: 5 verdure gustose con le quali preparare contorni veloci. Ecco i nostri consigli

Una cena improvvisata, un pranzo veloce o semplicemente poca voglia di stare in cucina. Noi vi diamo 5 idee per realizzare contorni di verdure veloci da preparare.

Contorni di verdure veloci da cucinare: partiamo dalla scarola

Iniziamo dalla scarola, cucinata in padella diventa contorno di verdure facile e veloce da preparare; la scarola ripassata in padella è una ricetta semplice e molto gustosa insaporita da un fondo di cottura preparato con aglio, alici, pinoli e uvetta ed è ottima per accompagnare qualsiasi secondo piatto, specie i piatti di carne, da abbinare al pollo, alle fettine impanate, le salsicce o anche al pesce. Se poi si ha più tempo, la scarola ripassata è ottima anche per farcire pizze e focacce come la Pizza di scarola, oppure per preparare delle torte salate di pasta sfoglia.

Per preparare la scarola in padella iniziate a pulire i due cespi di scarola, eliminate le foglie esterne più dure, il torsolo e tagliatela a pezzetti. Trasferite l’insalata in uno scolapasta e lavatela benissimo sotto il rubinetto dell’acqua corrente. In una padella mettete l’olio extra vergine d’oliva, i pinoli, le alici, l’uvetta e lo spicchio d’aglio tagliato a metà. Fate insaporire gli ingredienti a calore medio per 2-3 minuti e poi unite la scarola a pezzetti, coprite con un coperchio e lasciatela cuocere per circa 15 minuti mescolando di tanto in tanto. A fine cottura aggiustate la scarola in padella di sale e servitela calda. Potete aggiungere alla scarola ripassata in padella le olive, arricchirla in padella con formaggio tipo provola per renderla filante. Potete preparare con questa ricetta anche gli spinaci o la bieta.

Contorni di verdure veloci da cucinare: il cavolo nero

Il cavolo nero, crocifera dalle straordinarie proprietà nutrizionali, è alla base di molte ricette della nostra tradizione gastronomica. Da provare saltato in padella, in modo semplice e veloce, servito come contorno a secondi piatti di carne e pesce. Il cavolo nero in padella conserva tutto il sapore del cavolo e le foglie saltate in padella acquisiscono una consistenza molto gradevole. È possibile servire il cavolo nero cucinato in padella anche su dei crostoni di pane rustico e con l’aggiunta, per esempio, di mozzarella o burrata.

Un’alternativa, sempre molto semplice, per cucinare il cavolo nero, è al forno, proponendo le chips come antipasto o aperitivo. Per cucinare il cavolo nero in padella cominciate dalla pulizia del cavolo: dopo aver lavato le singole foglie eliminate la nervatura centrale. Disponetele poi nel cestello di una pentola per la cottura a vapore. Lasciatele cuocere per 10 minuti, devono restare sode e di un verde ancora intenso.

Potete cuocerle anche in acqua, in questo caso dovrete strizzarle bene una volta scolate e prima di passarle in padella. In una padella antiaderente, con due cucchiai d'olio, uno spicchio d'aglio e peperoncino a piacere, fate saltare le foglie di cavolo nero per farle insaporire. 

Contorni di verdure veloci da cucinare: il radicchio

Il radicchio in cucina ha molti usi, perché può essere consumato crudo in insalata oppure cotto, sia per realizzare squisite preparazioni da forno, sia per preparare ottimi secondi e contorni da cuocere in padella, sia per condire i primi piatti, grazie alla creazione di gustose salse e sughi. Ne esistono molte varietà, ma quella più famosa e gustosa è il radicchio di Treviso, che con le sue foglie dal colore rosso e violaceo risulta inconfondibile. Una realizzazione facile e e gustosa è il radicchio rosso al forno. Per prepararlo separate le foglie del radicchio, lavatele accuratamente e asciugatele. Mondate i porri e tagliateli a fettine sottili, poi prendete una padella antiaderente e versatevi qualche cucchiaio d’olio extra vergine d’oliva; dunque fate appassire i porri.

Tagliate il radicchio a striscioline e unitelo ai porri, saltate in padella per 3 minuti, poi aggiustate di sale e pepe e tenete da parte e tagliate a fettine sottili una mozzarella. Scaldate il forno a 180°, prendete una pirofila o una teglia e ungete il fondo con un filo d’olio extravergine (oppure foderatela con della carta da forno), disponete metà del composto di radicchio sul fondo, adagiateci sopra del prosciutto cotto e le fettine di mozzarella, spolverizzate con metà del parmigiano e infine ricoprite con il restante radicchio. Spolverizzate con il restante parmigiano e il pangrattato, poi irrorate con un filo d’olio extra vergine d’oliva e infornate in forno preriscaldato per 15 minuti. Servite il vostro radicchio al forno ben caldo. Per rendere più gustoso questo contorno potete aggiungere al condimento uno o due cucchiai di olive nere tritate grossolanamente. In questa ricetta è possibile utilizzare come condimento anche salse come la besciamella con delle semplici erbe aromatiche, oppure miele e noci.

In questo caso potete aggiungere la besciamella nella pirofila seguendo lo stesso procedimento previsto per le lasagne, ossia alternando uno strato di condimento cremoso a uno strato di radicchio e porri.

Contorni di verdure veloci da cucinare: erbette in padella

Le erbette saporite in padella sono un contorno semplice e leggero, che si prepara in un attimo. Le erbette sono ricche di vitamina A e potassio e si possono lessare o cuocere a vapore, come gli spinaci. Questo è un contorno perfetto sia con la carne sia con il pesce. Per preparare le erbette saporite in padella, lavate bene tutte le foglie e tagliate grossolanamente sia foglie sia gambi. Non dovrete asciugare le foglie: se sono ancora leggermente bagnate quando le buttate in padella il gusto sarà migliore! Tagliate a striscioline i pomodori secchi e mettete da parte. Scaldate l’olio d’oliva in una padella antiaderente con lo spicchio di aglio leggermente schiacciato con la lama del coltelli, aggiungete i pomodori secchi e lasciate rosolare a fuoco medio-alto per 1-2 minuti. Poi aggiungete le erbette e lasciate cuocere sempre a fuoco medio, mescolando ogni tanto, fino a quando avranno assorbito tutta l’acqua che hanno rilasciato in precedenza. In tutto ci vorranno circa 10 minuti: a questo punto eventualmente aggiungete un pizzico di sale ma fate attenzione perché i pomodori secchi insaporiscono già molto. Servite le erbette saporite in padella calde o tiepide, aggiungendo eventualmente un filo di olio extravergine di oliva a crudo.

Contorni di verdure veloci da cucinare: funghi freschi

Infine vi proponiamo un contorno realizzato con un prodotto assolutamente di stagione: i funghi freschi! I funghi trifolati sono un contorno molto semplice da preparare: i protagonisti sono proprio loro, principi di fine estate e della stagione autunnale. Per realizzare questi funghi in padella basta un po' di burro e prezzemolo, alla maniera piemontese, per gustare in pochi minuti un piatto che già da solo è prelibato. I funghi trifolati sono perfetti per accompagnare piatti di carne, ottimi con la polenta oppure sul pane, per deliziose bruschette.

Per preparare i funghi trifolati, per prima cosa pulite i diversi tipi di funghi. Noi vi proponiamo di usare porcini, champignon e finferli. Eliminate la parte terrosa con un pennellino o un panno asciutto; tagliate via la parte terrosa del gambo con un coltellino: se dovessero risultare molto sporchi potete passarli molto rapidamente sotto l'acqua corrente, ma fate attenzione perché i funghi assorbono molta acqua. Tagliate a fette sottili i funghi, fate scaldare in una padella antiaderente il burro con l’olio e lo spicchio di aglio tagliato a metà. Fate insaporire e versate nella padella prima i funghi porcini più sodi, fate saltare a fuoco vivace per un paio di minuti e poi unite gli altri funghi. Cuocete ancora un paio di minuti a fuoco vivace, mescolando sempre molto delicatamente per evitare che i funghi si sfaldino in cottura.

Aggiustate di sale e pepe, unite il prezzemolo finemente tritato. Togliete dal fuoco e servite i funghi trifolati caldi o freddi a seconda dell’uso che ne dovete fare. Contrariamente a quanto si possa pensare, i funghi hanno bisogno di una cottura veloce, altrimenti rischiano di diventare una specie di poltiglia: se vogliamo mantenere la forma, quindi, ricordatevi di utilizzare una fiamma vivace.

category image

Contorni freschi

Lattughino

category image

Contorni freschi

Misticanza

category image

Contorni freschi

Spinacino

category image

Contorni freschi

Cuore di iceberg

category image

Contorni freschi

Carote alla julienne

category image

Contorni freschi

Radicchio rosso

category image

Contorni freschi

Verza

Back folder page

Torna alle idee di cucina