Lascia il tuo indirizzo e-mail e scarica il documento

Pubblicato 1 mese fa

Quali verdure mangiare per il controllo del peso

Home - idee cucina

Quali-verdure-mangiare-per-dimagrire

Il migliore alleato per dimagrire senza sforzi eccessivi è spesso di colore verde ed è noto per essere il cibo meno amato dai bambini: la verdura.

Da sempre, in qualsiasi periodo dell’anno, cerchiamo un po’ tutti di essere in forma per la tanto temuta prova costume. C’è chi inizia le settimane di detox alimentare già da settembre, subito dopo il periodo di totale relax durante il quale anche le persone più attente alla linea e alla forma fisica si concedono qualche piccolo vizio, ma è solo a inverno inoltrato, quando il mare sembra sempre più vicino, che ci si inizia a preoccupare realmente e a capire cosa fare e cosa mangiare per dimagrire. 

Mantenersi in forma è però, da qualche anno a questa parte e in maniera sempre maggiore, qualcosa che sta pian piano distaccandosi dal mero prepararsi all’estate, divenendo via via uno stato mentale, un’esigenza quotidiana che rende onore alla locuzione latina tratta da un capoverso delle Satire di Giovenale: mens sana in corpore sano (mente sana in un corpo sano). 

“Costanza” è la parola d’ordine per ottenere i risultati desiderati; esercizio fisico unito a un’alimentazione equilibrata e corretta. Mangiare tutto, abbinando bene gli ingredienti, dosando le porzioni e assumendo la giusta quantità giornaliera di calorie e acqua, senza rinunciare a qualche piccola leccornia.

Ma quali sono le migliori verdure da mangiare per dimagrire? Scopriamolo!

Quali verdure mangiare per dimagrire e la loro classificazione

Il termine verdura significa: "colore verde della vegetazione". Eppure quest’ultimo non è il loro unico colore. Ma come vengono normalmente classificate le verdure e quali aiutano a perdere peso? Eccone alcune:

  • Verdura a foglia: come la lattuga, radicchio, cicoria, bieta (o bietola), rucola, prezzemolo, basilico (e altre erbe aromatiche), soncino, tarassaco, spinaci, cappuccio, porro, crescione ecc.

Ricche di vitamine e minerali, contengono fibre e sono sazianti. La lattuga, in particolare, contiene circa 17 calorie per 100 grammi, ed è molto leggera. È sempre meglio mangiare la maggior parte di questo tipo di verdura cruda o saltata in padella e non in acqua per non rischiare di diluirne i nutrienti.

  • Verdura a fiore: come zucca e zucchine, carciofi, broccoli, cavolfiori, broccoletti di rapa (cime di rapa) ecc.

I broccoli, nello specifico, sono una verdura povera di sodio e di calorie, ma ricchissima di fibre. Ottimo alleato per combattere il grasso sono spesso consigliati nelle diete depurative poiché combattono la stitichezza cronica che causa gonfiore, nonché la ritenzione idrica. Anche nel caso dei broccoli, è consigliabile non cuocerli troppo per mantenerne intatte le proprietà.

  • Verdura a fusto: tendenzialmente verde o bianca, di questa categoria fanno parte, tra gli altri, sedano, sedano rapa, finocchio, cardo mariano ecc.

I finocchi, con appena 9 calorie per 100 grammi e solo l’1% di zuccheri, sono uno spuntino croccante e saporito, perfetto da mangiare da solo o da aggiungere all’insalata. I finocchi, inoltre, hanno un elevato potere saziante, favoriscono la depurazione e regolarizzano l’intestino, sgonfiando la pancia.

Il sedano, invece, essendo composto per il 95% da acqua, aiuta a depurare l’organismo, eliminando le tossine e la ritenzione idrica. Ha un effetto saziante, migliora l’attività renale e la circolazione e regola il colesterolo.

  • Verdura a bulbo: è tra i prodotti vegetali più consumati in cucina e comprende cipolla, aglio, scalogno ecc.

Grazie all’alto contenuto di fitoestrogeni e di sostanze cinarinosimili, che favoriscono la diuresi, la cipolla aiuta a eliminare i liquidi, evita la stitichezza e controlla i livelli di zuccheri nel sangue. 

  • Verdura a radice: come carote, rapanelli, rape, pastinaca, rafano, zenzero ecc.

Consumate correttamente, prediligendo quelle crude e abbinando quelle cotte a una fonte proteica, le carote non influiscono sul peso corporeo, ma apportano grandi benefici all’organismo.

  • Verdura a frutto: può presentare molti colori differenti e comprende pomodoro, cetriolo, melanzana, peperone ecc.

Il cetriolo è una verdura ad alto contenuto di acqua e, come i peperoni e i pomodori, è povera di calorie.

Proprietà nutrizionali delle verdure

Cosa molto importante da tenere a mente è il fatto che la verdura può essere consumata sia cruda che cotta ed è particolarmente importante per l’alimentazione umana e utile a dimagrire per diverse ragioni. Prima fra tutte è l’abbondanza di acqua da cui la verdura è composta (può arrivare fino al 95%). Consumare un buon quantitativo di verdura contribuisce a evitare la disidratazione corporea e il malfunzionamento dell'organismo. 

La verdura è inoltre ricca di vitamine, sali minerali e fibre alimentari. Quest’ultima in particolare influisce positivamente sulla motilità dell'intestino e sulla purificazione del colon e sul trofismo, ma soprattutto modula l'assorbimento alimentare.

Ultima, ma non per importanza, nota a favore della verdura è lo scarso apporto calorico. Generalmente in una dieta la verdura svolge un ruolo energetico quasi marginale. Le calorie della verdura sono apportate soprattutto dai carboidrati semplici come il fruttosio; e il suo impiego è comune nelle diete ipocaloriche perché permette di giungere alla sazietà con un introito calorico ridotto.

category image

Contorni freschi

Lattughino

category image

Contorni freschi

Misticanza

category image

Contorni freschi

Radicchietto

category image

Contorni freschi

Valerianella

category image

Contorni freschi

Cuore di iceberg

Back folder page

Torna alle idee di cucina