Lascia il tuo indirizzo e-mail e scarica il documento

Pubblicato 8 mesi fa

5 piatti sani ed equilibrati da considerare

Home - idee cucina

piatti-sani-equilibrati

Ormai lo sappiamo: se deve mangiare in modo adeguato, nelle quantità ma anche nella tipologia di cibo. Ecco quindi i suggerimenti per 5 piatti sani ed equilibrati di preparare

L’Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione si è occupato diffusamente dell’importanza di mangiare in modo sano ed equilibrato, definendo delle Linee Guida. Prima di tutto bisogna raggiunte e mantenere un peso corporeo corretto, attraverso un’alimentazione equilibrata ma anche con un’attiva fisica, seppur non intensa, costante: è sufficiente ad esempio camminare invece di utilizzare l’auto o salire e scendere le scale piuttosto che prendere l’ascensore. Per quanto riguarda la dieta è fondamentale consumare quotidianamente più porzioni di verdura e frutta fresca; aumentare la presenza di legumi (ceci, fagioli, piselli, fave e lenticchie) sia freschi sia secchi nei nostri piatti; ma anche mangiare regolarmente pane, pasta, riso e altri cereali, meglio se integrali in quantità adeguata. Un’altra importante regola è moderare la quantità di grassi che si usa per condire e cucinare, in particolare se il condimento è di origine animale (burro, lardo, strutto, panna): di conseguenza è da preferire condimenti di origine vegetale, soprattutto l’olio extravergine d’oliva.

Bisogna poi mangiare spesso – cioè 2/3 volte la settimana - il pesce sia fresco sia surgelato, evitare i fritti, preferire le carni magre, mangiare 2 uova a settimana, scegliere latte scremato o parzialmente scremato, come preferire i formaggi più magri oppure consumane porzioni minime.

Anche per quanto riguarda i dolci la parola d’ordine è “parsimonia”: limitare zuccheri, dolci e bevande zuccherate, preferire prodotti da forno piuttosto che caramelle e cioccolato e moderare anche il consumo di bevande dolci. Al contrario assecondare sempre il senso di sete bevendo mediamente 1,5 – 2 litri di acqua al giorno che corrisponde a circa 8 bicchieri, bevendo frequentemente, in piccole quantità e lentamente, soprattutto se l’acqua è fredda.

Il sale è un altro importante punto della corretta, sana ed equilibrata alimentazione: va ridotto progressivamente l’uso di sale sia a tavola sia nella preparazione dei piatti, ma bisogna limitare l’uso di condimenti alternativi contenenti sodio, cioè dado da brodo, ketchup, salsa di soia, senape. Per insaporire i cibi la scelta giusta è usare erbe aromatiche come aglio, cipolla, basilico, prezzemolo, rosmarino, salvia, menta, origano, maggiorana, timo e semi di finocchio e anche spezie come pepe, peperoncino, noce moscata, zafferano, curry; un trucco per salare meno i piatti è esaltare il sapore dei cibi con succo di limone o aceto.

Un ultimo importante capitolo delle Linee Guida è dedicato alle bevande alcoliche, che vanno assunte con moderazione, durante i pasti o immediatamente prima o dopo mangiato, preferendo quelle a basso tenore alcolico come vino e birra.

Dopo aver fatto tesoro della teoria, passiamo alla pratica, con 5 piatti sani ed equilibrati che vi consigliamo di preparare.

5 piatti sani ed equilibrati: i nostri consigli

Per mangiare sano ed equilibrato è giusto partire dalla colazione, magari anticipata da un bicchiere d’acqua a stomaco vuoto; scegliere poi dei cereali integrali con yogurt e frutta, oppure una fetta di pane integrale con miele o marmellata, latte o altra bevanda vegetale. A metà mattina e metà pomeriggio puntare sulla frutta secca o su quella fresca o in alternativa centrifughe ed estratti di frutta e verdura. Infine nel dopo cena, per non cedere all’irrefrenabile desiderio di dolce, che scatenerebbe un picco glicemico, ci si può concedere una tisana rilassante.

Ma cosa mangiare a pranzo e cena? Di base alimentarsi con carboidrati, preferibilmente integrali, accompagnati da una porzione di verdura, alternando la pasta con riso e cereali e magari scegliendola integrale o di legumi. Non dimenticate poi le proteine, di cui poca carne (non più di tre volte a settimana), pesce in abbondanza e proteine vegetali da abbinare sempre alla verdura stagionale.

Ecco qualche idea di piatto sano ed equilibrato. Prima di tutto una minestra, dal sapore rustico: la zuppa di fagioli con pane; sbucciate e affettate cipolle, poi far scaldare in padella dell’olio evo, unire metà della cipolla affettata e fate insaporire, infine aggiungere fagioli freschi sgranati, sale e pepe. Versate un litro d’acqua, una carota sbucciata, una costa di sedano e portate a bollore per poi cuocere a fiamma bassissima e coperta per 30 minuti. Intanto preparate un soffritto con la cipolla rimasta, sedano e carota, sale, pepe e rosolate per 5 minuti; unite 2 pomodori a pezzettoni e cuocete per 15 minuti. Infine unite i fagioli già cotti con il loro brodo e cuocete altri 15 minuti. Volendo potete passare la zuppa al passaverdura poi servite con una fetta di pane cosparso con parmigiano grattugiato al momento e lasciando riposare circa 10 minuti.

Se volete puntare a un piatto unico, ecco la ricetta di un’insalata di avena con carciofi e calamari. Lavare l’avena decorticata, in una casseruola con abbondante acqua fredda portarla a ebollizione e cuocere per 50 minuti, poi scolarla, metterla in una terrina, condirla subito con olio extravergine d'oliva e farla intiepidire. Pulire i calamari, separando dai tentacoli le sacche, togliere l'osso, le interiora, gli occhi e del becco centrale, metterli in una terrina con aglio, maggiorana, pepe rosa, sale, succo di limone e olio extravergine d'oliva, lasciando marinare.

Pulire i carciofi, tagliarli a fettine sottilissime e metterli a bagno con il succo di limone poi

farli rosolare pochi minuti a fuoco alto in un tegame con olio extravergine d'oliva; intanto cuocere i calamari rapidamente sulla piastra o in una padella antiaderente irrorandoli con la loro marinata. Scolare l’avena lessata, sciacquarla sotto l'acqua corrente e in un’insalatiera condirla con i carciofi tiepidi e i calamari.

Un secondo sano è sicuramente il pollo con verdure, da preparare affettandole a julienne e scegliendo tra le verdure di stagione quelle che più piacciono (peperoni, porri, zucca, zucchine, carote ecc.). Soffriggere la cipolla nell’olio, aggiungere capperi, olive denocciolate e peperoncino, poi i bocconcini di pollo ricavati da coscia e petto privati di pelle e ossa. Irrorare con il vino e lasciamo sfumare, aggiungere le verdure ancora bagnate e coprire la padella portando a cottura.

Il pesce va consumato in abbondanza, quindi giusto scegliere un piatto gustoso come il pesce spada alla messinese. Tritate il prezzemolo, aglio, carote, cipolla, unire qualche foglia di basilico, sale e pepe e fare insaporire con un cucchiaio d'olio e un goccio di vino bianco per 5 minuti. Aggiungere pomodoro, capperi, olive verdi e 1/2 bicchiere d'acqua, mescolare e adagiare sopra l’intingolo il pesce spada; fate cuocere per 20 minuti a fiamma bassa.

Infine un piatto vegetariano molto salutare: l'uovo in camicia su un letto di grano saraceno con cipollotti, rucola e peperoncino. Tagliate i cipollotti a pezzetti, soffriggete il grano saraceno in olio e bagnatelo con brodo vegetale cuocendo a fuoco bassissimo per 20 minuti. Unite i cipollotti poco prima di fine cottura, mescolate, condite con sale e pepe e tenete in caldo. Nel frattempo tritate finemente la rucola, i peperoncini, mescolate con senape, aceto, brodo e olio. Infine preparate l’uovo in camicia, posizionatelo sul pilaf e irrorate con la salsa.

category image

Contorni freschi

Lattughino

category image

Contorni freschi

Misticanza

category image

Contorni freschi

Radicchietto

category image

Contorni freschi

Rucola

category image

Contorni freschi

Spinacino

Back folder page

Torna alle idee di cucina