Lascia il tuo indirizzo e-mail e scarica il documento

Pubblicato 2 mesi fa

Benefici e proprietà della misticanza: ecco quali sono

Home - idee cucina

misticanza-proprieta-benefici

La misticanza è un mix di verdure crude, ideale come contorno di carne e pesce. Ma è soprattutto uno scrigno di benefici e proprietà salutari.

Scopriamo i benefici e le proprietà della misticanza. La misticanza è un mix di erbe selvatiche che, secondo i tempi antichi, veniva consumata nel fine settimana perché i frati la portavano in città per la questua. È tipica dell’Italia centrale, soprattutto della zona di Roma. Il nome, infatti, ha origine dal dialetto laziale e significa appunto “verdura mista”. Questo prezioso mix di erbe e fiori permetteva, anche in tempi di fame, di portare la natura in tavola. Infatti, gustarsi una “bella misticanza” era come garantirsi un integratore alimentare. Già nell’antica Roma,  si potevano cogliere le erbe negli orti che circondavano, insieme alle vigne,  la Città al limite delle Mura Aureliane.

Oggi è uno dei contorni della tradizione romana e non solo più apprezzati, per gusto e stagionalità. La misticanza, per tradizione, contiene almeno una 20 di erbe e fiori diversi, o anche di più. Oggi, più semplicemente è un mix di verdure crude, solitamente lattughino, rucola e spinacino: l’ingrediente principale è il lattughino, la cui piantina ha l’aspetto di una piccola rosa di foglie, che vengono raccolte precocemente affinché risultino profumate, tenerissime e gustose. L’inconfondibile gusto amarognolo e leggermente piccante della rucola dona alla misticanza sapore e carattere. mentre le tenere foglioline carnose dello spinacino danno un colore verde intenso e un gusto piacevole.

Benefici e proprietà della misticanza

Ricca di vitamine (in particolare A e C) e sali minerali come potassio e ferro: queste le principali proprietà della misticanza. Accanto a questi micronutrienti vi sono le fibre fondamentali per dare un senso di sazietà, prezioso per chi è a dieta. Non solo: questo mix di verdure è un piatto leggero e saporito, capace di accompagnare ogni secondo piatto, dalla carne al pesce. In particolare la rucola stimola l'appetito e ha proprietà diuretiche e digestive; lo spinacino stimola i succhi gastrici che aiutano la digestione, il lattuga invece ha effetti distensivi e calmanti sull'organismo, ma contribuisce anche alla formazione di liquidi del corpo.

La rucola è una verdura dal sapore amarognolo e ricca di proprietà benefiche per la salute. Inoltre, è povera di calorie, ricca di fibre ed è un prezioso alleato per la salute perché ricca di micronutrienti, come calcio, potassio, folati, vitamina K, A e C. Esercita poi una potente attività antiossidante e antinfiammatoria. Apporta numerosi nutrienti, utili per la salute e il funzionamento di ossa, cuore, occhi e sistema immunitario. Riduce lo stress ossidativo e lo stato infiammatorio. Infine abbassa il rischio cardiovascolare, di cancro e delle malattie legate all’invecchiamento. Spinacio o spinacino: l’assonanza del nome porta a confondere queste tipologie di verdure, ma si tratta di due varietà dal gusto e dalle caratteristiche molto diverse, anche se provenienti dalla stessa famiglia. Lo spinacino ha foglie piccole e tenere, dal colore verde intenso, mentre lo spinacio, oltre ad avere foglie più grandi, ha un colore più scuro. Lo spinacino ha un gusto più dolce, mentre lo spinacio adulto è più amaro, per questo viene spesso mangiato con cibi che ne mitigano il sapore. Sia lo spinacio sia lo spinacino sono ricchi di ferro e acido folico.

La presenza di potassio fa sì che la lattuga sia di sostegno al cuore e all’apparato cardiovascolare, contribuendo a regolarizzare la frequenza del battito cardiaco e al controllo della pressione sanguigna e dei fluidi corporei. Il rame e il ferro, invece, sono fondamentali per la produzione di globuli rossi, mentre il beta-carotene, potente antiossidante presente anche nelle carote, è utile per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo “cattivo” nel sangue. A questo obiettivo concorre anche la fibra che agisce come se fosse uno “spazzino” dell’intestino, e la colina, una sostanza presente nella lattuga che aiuta il fegato a smaltire i grassi dannosi per l’organismo. Non di meno, l’apporto di fibra di questa insalata va a sostenere la funzionalità intestinale, favorendo il processo digestivo e l’espulsione delle feci.

Sempre pensando alla digestione vanno segnalate le proprietà carminative della lattuga; merito dell’inulina, una fibra prebiotica che riduce la produzione di gas intestinali utili e problemi di flatulenza. Non può mancare, dunque, in caso di gastrite e colite. Essendo composta da elementi differenti, la misticanza può essere consumata in diversi modi sia cotta sia cruda. Si può condire come una normale insalata, con olio extravergine di oliva, sale, aceto di vino bianco, di mele o balsamico a seconda delle preferenze.

Ma può anche essere consumata bollita e condita con olio e limone. Potreste pi provare la misticanza ripassata in padella con olio, aglio e un pizzico di peperoncino, oppure con l’aggiunta di filetti d’acciughe o fave e pecorino.

category image

Contorni freschi

Misticanza

category image

Biologico

Misticanza Bio

Back folder page

Torna alle idee di cucina