Lascia il tuo indirizzo e-mail e scarica il documento

Pubblicato 1 mese fa

Rapa: proprietà, benefici e come cucinarle

Home - idee cucina

rapa-proprieta-benefici

“Sei una testa di rapa”: ce lo siamo sentiti urlare contro tutti, almeno una volta, quando ne abbiamo combinata una grossa o non siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo che c’eravamo posto - dimostrandoci un po’ tonti e non molto attenti.

“Sei una testa di rapa”: ce lo siamo sentiti urlare contro tutti, almeno una volta, quando ne abbiamo combinata una grossa o non siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo che c’eravamo posto - dimostrandoci un po’ tonti e non molto attenti. Una nomea di cui la rapa gode però in maniera decisamente ingenerosa, visto che a livello culinario si rivela essere un alimento completo, che porta grandi benefici se inserito all’interno della propria dieta e che permette di sfruttare al meglio le sue proprietà nutrizionali. Scopriamone insieme un po’ di più, andando a guardare in modo particolare a chi può fare comodo mangiare più spesso le rape.

Storia e caratteristiche della rapa, un alimento duttile da usare in cucina

Appartenente alla famiglia delle Crucifere e conosciuta già dai Greci e dai Romani, la rapa è originaria dell’Asia Centrale. Data la facilità di conservazione, è stato uno degli ortaggi più importanti nell’alimentazione di tanti popoli (almeno fino all’avvento della patata che ne ha un po’ soppiantato la centralità). Della rapa possono essere consumate sia le radici sia le punte (le “cime di rapa”, in Puglia ne sanno qualcosa), visto che con quel nome si intende comunemente la radice della pianta. Oggi, in Italia, le regioni di maggiore diffusione della rapa sono il Lazio, la Puglia e la Campania e la sua classificazione avviene in base alla conformazione della radice, al colore della polpa (bianca o gialla), della testa, del colletto e per la durata del ciclo colturale. Per questo motivo ne esistono una quantità infinita o quasi di varianti, da consumare a scelta in base a forma, gusto o consistenza.

Le proprietà della rapa: valori nutrizionali e non solo

La rapa bianca - prendiamo questa come riferimento, ma i valori delle altre varianti sono molto simili - è un alimento povero di calorie, apporta circa 28 kcal per 100 grammi essendo costituita per il 92% circa da acqua e per il resto quasi esclusivamente da carboidrati. I grassi all’interno della rapa sono quasi inesistenti, poche le proteine e una discreta quantità di fibre, mentre è ricca di diversi sali minerali - in particolare potassio, calcio e sodio e anche di vitamine, soprattutto quelle del gruppo B e la vitamina C, una vitamina antiossidante, la cui azione è rafforzata da altri composti antiossidanti. La barbabietola bianca, inoltre, contiene sulforafano, un composto dalle proprietà antinfiammatorie e antiossidanti presente anche nel cavolo. Da sottolineare anche la presenza di quercetina e altri flavonoidi, composti che conferiscono alla rapa bianca proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.

I benefici dati dal consumo della rapa all’interno della nostra dieta

Le rape ricche di clorofilla che aiuta la produzione di emoglobina contrastando l’anemia, mucillagini e fibre utili a livello intestinale nelle infiammazioni e fitonutrienti particolari che non sono presenti in nessun altro alimento come i composti fenolici denominati tiocianati cui sono state attribuite proprietà antitumorali (cancro al seno, polmoni e stomaco). Una bella iniezione di nutrienti che non può che fare bene, come hanno dimostrato anche studi che raccontano l’efficacia di queste molecole nel contrastare la proliferazione e il diffondersi delle cellule cancerose. La composizione chimica dell’alimento è adatta a tutti coloro che vogliono seguire un corretto stile di vita e non contenendo glutine sono adatte all’alimentazione dei pazienti che soffrono di celiachia.

Non solo: le rape sono famose per le proprietà terapeutiche ad esse associate, da quelle disintossicanti date da un alimento ricco di zolfo - minerale che riesce a svolgere al meglio questa funzione - fino a quelle antiossidanti, che permettono di evitare malattie cardiovascolari e più in generale rimettere in sesto anche persone che hanno maggiori difficoltà nella digestione. Consigliate anche per attenuare i dolori mestruali, le rape hanno proprietà antinfiammatorie raccomandate a tutti quelli che soffrono di dolori che non riescono a lenire in altro modo.

Back folder page

Torna alle idee di cucina