Lascia il tuo indirizzo e-mail e scarica il documento

Pubblicato 18 giorni fa

Quali frutti favoriscono a rimanere in forma e perdere peso

Home - idee cucina

frutta-per-perdere-peso

La frutta, infatti, è un alimento particolarmente saziante e a basso contenuto calorico, grazie alla ricchezza di acqua e fibre in essa contenute, oltre ad essere un ottimo alleato per il benessere del corpo, poiché è ricca di minerali, vitamine e antiossidanti e di fitonutrienti che contrastano l'invecchiamento cellulare causato dall'azione dei radicali liberi.

La frutta, tra le altre cose, contiene zuccheri naturali (fruttosio) che sono meno calorici rispetto allo zucchero raffinato (glucosio) e che hanno un maggiore potere dolcificante. Meno calorici, sì, ma da consumare comunque in maniera bilanciata, cercando di equilibrare l’assunzione di frutta durante il giorno e accompagnando sempre l’alimentazione con dell’esercizio fisico.

Ma quali sono i frutti che fanno dimagrire? Quando bisogna mangiarli per ottenere gli effetti desiderati e in quale stagione possiamo trovarli? Vediamolo insieme!

Quali frutti fanno dimagrire

Uno dei frutti da mangiare per perdere peso è il kiwi. In Italia la stagione dei kiwi inizia a novembre e termina a maggio. Frutto ricco di vitamina C, è diuretico e consigliato per chi vuole dimagrire perché ricco di fibre e povero di calorie. 

Il secondo alleato per dimagrire è un frutto dal gusto particolare, classificato nel gruppo degli agrumi, dal sapore acidulo, amarognolo e decisamente meno dolce di quello dell’arancia: il pompelmo. Come per il kiwi, la stagione del pompelmo inizia a novembre e termina a maggio. Ricco di minerali, vitamine (come la vitamina C) e fibre, il pompelmo aiuta a contrastare pesantezza e gonfiori. Dal punto di vista energetico fornisce poche calorie e ha un ottimo potere saziante grazie alle fibre che rallentano l’assorbimento degli zuccheri e dei grassi.

“Una mela al giorno toglie il medico di torno”, recita un famoso detto. Un frutto molto comune e facile da trovare per tutto l’anno è proprio la mela. Quest’ultima, infatti, aiuta a dimagrire grazie alla pectina, una fibra solubile grazie alla quale le mele aiutano a regolare i livelli di glucosio nel sangue e riequilibrano la flora batterica intestinale. Le mele, inoltre, sono composte per l’85% di acqua e sono un frutto poco calorico: contengono circa 45 kcal per 100 grammi, apportate quasi interamente da carboidrati e fibre e i grassi quasi del tutto assenti.

Altro frutto molto comune e con una stagionalità concentrata in un paio di mesi (da metà luglio a metà settembre) è la pera. Questo frutto è ottimo per chi vuole dimagrire perché, grazie alle fibre che contiene, migliora il transito intestinale e diminuisce l’appetito. Sia la mela che la pera, inoltre, sono buonissime anche cotte, con un pizzico di cannella, per non far mancare un po’ di dolcezza nella nostra dieta!

Molto conosciuto, probabilmente proprio per le sue proprietà e caratteristiche che aiutano a perder peso, è l’avocado. Questo frutto inizia a maturare in estate e continua ad essere disponibile fino alla fine dell'autunno. Modestamente calorico (160 calorie per 100 grammi), accelera il metabolismo e ottimizza i livelli di glucosio nel sangue. È ricco di vitamine (A, gruppo B, C, D, E, K), antiossidanti e sali minerali (ferro, fosforo, zinco, manganese). Le fibre al suo interno, inoltre, danno un elevato senso di sazietà e rallentano la decomposizione dei carboidrati e, in ultimo, la vitamina K aiuta a controllare il metabolismo degli zuccheri.

Da maggio fino a settembre è invece possibile trovare le pesche che sono ricche di fibre, vitamine e antiossidanti e che, con sole 39 calorie per 100 grammi, costituiscono una buona soluzione per la perdita di peso. 

Non bisogna poi dimenticare anguria e melone. Tipici della stagione estiva, questi due frutti sono ricchi di acqua e aiutano a combattere il gonfiore e la ritenzione di liquidi.

Quando mangiare la frutta

La frutta può essere consumata a qualsiasi ora del giorno, ma, se si vuole perdere peso, è bene usare qualche piccola accortezza. Esistono diversi falsi miti secondo i quali bisognerebbe mangiare la frutta lontano dai pasti e mai dopo le 14:00. In realtà, non vi sono studi certi sul fatto che, se consumata subito dopo aver finito di pranzare o di cenare, la frutta faccia ingrassare, anche se è comunque consigliato consumarla con moderazione. La mela, ad esempio, è il frutto più adatto per essere mangiato in occasione dei pasti, perché più semplice da digerire. L’ananas fresco, invece, si abbina bene con la carne, in quanto ricco di enzimi che favoriscono la digestione delle proteine. 

Tuttavia, il modo migliore per consumare la frutta è mangiarne 2 porzioni al giorno, possibilmente a colazione e a merenda, scegliendo frutta di colore diverso: ogni colore, infatti, corrisponde a sostanze specifiche ad azione protettiva, per cui solo variando sarà possibile coprire tutti i fabbisogni dell’organismo.

category image

Frutti rossi

category image

Biologico

FRUTTI ROSSI Almaverde

Back folder page

Torna alle idee di cucina