Lascia il tuo indirizzo e-mail e scarica il documento

Pubblicato 4 mesi fa

Benefici della Cicoria: ecco perché fa bene

Home - idee cucina

cicoria-benefici-proprieta

Una verdura a foglia verde, molto duttile in cucina ma soprattutto ricca di principi attivi salutari. Ecco tutti i benefici della cicoria

Ti stai chiedendo quali sono i benefici e le proprietà principali della cicoria? Partiamo da un assunto: la cicoria è una verdura a foglia verde che si può trovare, oltre che coltivata, anche come coltura spontanea nei campi tutto l'anno. Se ne trovano differenti varietà, diverse per aspetto e per proprietà organolettiche ma caratteristica che le accomuna è l’inconfondibile sapore amarognolo che, in base alla varietà, può essere più o meno accentuato.

La cicoria selvatica viene raccolta vicino agli argini dei terreni coltivati e viene largamente consumata in pietanze tradizionali del Centro e Sud Italia. Questa varietà di cicoria è spesso alla base di primi piatti rustici, zuppe, torte salate o saporiti contorni a piatti di carne o di pesce. La cicoria coltivata invece più conosciuta è la catalogna, nota anche come “cicoria asparago”, caratterizzata da un cespo a costa di altezza variabile e da foglie verdi che possono essere lisce, larghe o frastagliate. Anche questo tipo di cicoria è molto presente sulle tavole degli italiani, soprattutto perché ce ne sono da cuocere o da mangiare crude. Si abbina alle uova, alle verdure preferibilmente dolci come le carote, le patate e il pomodoro, ai legumi, in particolare con le fave o con i fagioli ed è perfetta con il pecorino!

Forse qualcuno conosce un utilizzo ormai desueto della cicoria: la radice di alcune varietà già nel 1600 veniva tostata e usata per farne una bevanda, scura e amara, che inizialmente aveva uno scopo terapeutico e, successivamente, durante la guerra, veniva bevuta al posto del caffè quando quest’ultimo scarseggiava.

I benefici della cicoria: quali sono

La cicoria era una pianta conosciuta fin dall’antichità: già gli antichi Romani, raccogliendola selvatica nei campi, la utilizzavano sia come alimento sia a scopo terapeutico per i suoi effetti depurativi e benefici, soprattutto sul fegato.

Come avviene per molti altri cibi amari, la cicoria è ricca di antiossidanti e carica di effetti antinfiammatori e detox. La radice della cicoria contiene inulina, un probiotico capace di stimolare la crescita dei "batteri buoni" che tengono in salute e in equilibrio la flora intestinale. L’inulina sembra avere effetti positivi anche sul sistema immunitario, fortificando le difese nei confronti dei microrganismi patogeni. Anche le foglie di cicoria hanno diverse proprietà. Ad esempio un consumo regolare di cicoria contribuisce all'abbassamento dei trigliceridi nel sangue proteggendo la salute del cuore. L'intestino ne trae beneficio: si riduce il rischio di malattie infiammatorie croniche e di irritabilità. 

La cicoria è ricca di vitamina C e di vitamina E: la prima è coinvolta nella sintesi del collagene, la seconda è indispensabile per mantenere l'integrità cellulare; recenti studi poi hanno dimostrato l'efficacia delle proprietà antiossidanti della cicoria contro i radicali liberi. Inoltre è in grado di abbassare i livelli di glucosio, proprietà utile in caso di diabete. Senza scordare i benefici detox: la cicoria è composta per la maggior parte di acqua e sali minerali: svolge un'azione depurativa e drenante perché stimola il lavoro del fegato e avvantaggia la rimozione di scorie dai tessuti e dal sangue.  

Attenzione: un utilizzo esagerato di questo alimento, proprio a causa dell’elevato quantitativo di fibre, può comportare fastidi intestinali, gonfiore o flatulenza. Il suo consumo rimane quindi raccomandato all’interno di un’alimentazione equilibrata e varia. Si raccomanda anche di non assumerla in caso di gastrite o ulcera peptica.

La cicoria in cucina, per esaltare le proprietà

La stagione della cicoria parte a settembre e arriva a febbraio. Attraversa quindi l’autunno e l’inverno, mentre la fioritura avviene da giugno a settembre e una caratteristica dei fiori è che rimangono chiusi nelle giornate umide e senza sole: questa pianta ama l’esposizione solare e il caldo.

Dal punto di vista culinario, l’impiego più comune della cicoria riguarda le sue foglie, da aggiungere fresche nella preparazione delle insalate. Nella cucina regionale, è protagonista di piatti a base di cicoria e patate e di uno speciale purè di fave e di cicoria, tipico della Puglia. Viene poi impiegata per preparare: purè di verdure, ripieni per torte salate, cicoria ripassata in padella, ripieno per ravioli e per pasta fresca, condimento per il riso, zuppe, minestre e ripieno per le frittelle

A scopo medicinale, le foglie vengono raccolte prima della fioritura, mentre le radici di cicoria si raccolgono lungo tutta l’estate. Queste parti vengono impiegate per la preparazione di decotti e di sciroppi, oltre che di creme per il viso adatte a contrastare gli arrossamenti.  Dalle foglie fresche di cicoria viene ottenuto un succo dalle proprietà digestive mentre dalle foglie lasciate macerare viene ricavato un decotto naturale contro la stitichezza cronica. La cicoria come rimedio naturale è usata che per i sui effetti diuretici, per curare il fegato e per il mal di stomaco ed è tra gli ingredienti dei Fiori di Bach.

category image

Contorni freschi

Spinacino

category image

Contorni freschi

Spinaci

category image

Piatti unici

Cicoria e patate

Back folder page

Torna alle idee di cucina