Lascia il tuo indirizzo e-mail e scarica il documento

Pubblicato 11 mesi fa

Coleslaw: insalata di cavoli cappuccio, carote e porro

Home - articoli

Coleslaw

Un nuovo mix colorato: insalata di cavoli cappuccio, carote e porro

Nonostante il nome "coleslaw" derivi dalla parola olandese "koolsla", che significa "insalata di cavolo", la coleslaw è tipica soprattutto della cucina americana. Si prepara principalmente con cavolo cappuccio tritato finemente e può includere altri ingredienti, come carote e porri, nel caso della coleslaw proposta da OrtoRomi. Ottima in apertura delle portate, per stimolare i succhi gastrici e accelerare la comparsa del senso di sazietà, questa insalata è anche un contorno perfetto per accompagnare piatti di carne (ottima con il pollo) o di pesce, cucinati semplicemente. Con l’avvicinarsi della stagione più calda, la coleslaw diventa anche un'ottima opzione per una cena leggera o un picnic: col solo accompagnamento di un po’ di pane e di un uovo sodo o di una porzione di mozzarella origina un pasto completo, tanto leggero quanto fresco e gustoso, nel quale il cavolo cappuccio crudo e gli altri ortaggi possono esprimere al massimo le loro caratteristiche salutari.

Ingrediente caratteristico della coleslaw, il cavolo cappuccio nella proposta di OrtoRomi è delle varietà bianca e viola. Sotto il profilo nutritivo, non solo entrambe le varietà forniscono pochissime calorie (tanto che si possono consumare liberamente anche seguendo una dieta dimagrante), ma sono anche ricche di fibra, contengono parecchia vitamina C e apportano significative quote di ferro e di calcio.  

Le maggiori virtù del cavolo cappuccio sono legate, però, ad alcune sostanze scoperte in anni recenti. Si tratta di diversi tipi di composti - flavoni, isocianati e indoli - che non hanno valore nutritivo, ma sono capaci di proteggerci da parecchie malattie, anche gravi. In particolare, il cavolo cappuccio, come in genere tutti gli ortaggi appartenenti alla grande famiglia dei cavoli, ha una caratteristica davvero importante: sono alimenti specifici contro i tumori, utili sia per prevenire la formazione delle cellule tumorali, sia per contrastare la loro moltiplicazione. Efficace soprattutto contro i tumori dello stomaco, del colon, della laringe, del polmone e della mammella, il cavolo cappuccio sembra che debba le sue virtù preventive alla concomitanza di diversi fattori: il contenuto di vitamina C, che combatte i radicali liberi (le particelle “impazzite” che si formano nell’organismo e ne danneggiano i tessuti), la buona presenza di un aminoacido particolare, la cisteina, che svolge un utile ruolo protettivo, la ricchezza di indoli, sostanze efficaci in particolare contro il cancro della mammella e, infine,  la presenza di sulforafano, un composto ritenuto capace di eliminare dal corpo eventuali sostanze cancerogene. 

Senza dimenticare che il cavolo cappuccio, sia bianco che viola, è utile anche per stimolare il sistema immunitario grazie soprattutto al suo contenuto di folati, vitamine del gruppo B che partecipano alla produzione degli anticorpi e dei globuli bianchi. Infine, una curiosità che può interessare molti: il cavolo cappuccio può aiutare anche chi soffre di ulcera o di gastrite, grazie al fatto che contiene una sostanza particolare, il gefarnato, che agisce sulle mucose dello stomaco, stimolandole a produrre uno strato protettivo contro gli acidi e le sostanze dannose. 

Altro ingrediente importante e prezioso del coleslaw di OrtoRomi è la carota, tra gli alimenti in assoluto più ricchi di vitamina A, che contiene in forma del suo precursore betacarotene, sostanza che poi l'organismo riesce a trasformare in vitamina secondo il suo bisogno. La funzione più nota della vitamina A è quella di partecipare attivamente al meccanismo della visione, consentendo di vedere perfettamente non solo quando è giorno con molta luce, ma soprattutto in situazione di penombra (luce crepuscolare). Oltre a ciò, la vitamina A garantisce protezione alla pelle e alle mucose, rinforza anch’essa il sistema immunitario e ha un importante ruolo antianemico. Peraltro, oltre cha a funzionare come precursore della vitamina A, il betacarotene delle carote svolge esso stesso un ruolo cruciale per la salute e la bellezza della pelle. Si comporta infatti come un’abbronzante naturale stimolando direttamente la formazione della “melanina”, il pigmento scuro che il nostro organismo produce per proteggere l'epidermide dall'aggressione dei raggi ultravioletti, e che ci dona il colorito tanto desiderato. 

Sempre a proposito della carota, è risaputo infine come sia anche un’ottima fonte di fibre vegetali, indispensabili per il buon funzionamento dell’apparato intestinale, e di sali minerali (soprattutto potassio utile per contrastare la stanchezza muscolare) e di acqua, che la rendono un ottimo reidratante e remineralizzante di tutto l’organismo.

A completare la composizione della coleslaw OrtoRomi, il porro contribuisce in primo luogo a dare una nota caratteristica all’aroma dell’insieme, ma non è da sottovalutare nemmeno l’utilità di alcuni composti dello zolfo che, oltre a determinare l’aroma tipico, svolgono diverse funzioni salutari. In particolare, è importante il solfuro di allile che agisce come un antibiotico naturale, aiutando a combattere i germi nocivi nell’intestino e a ridurre le fermentazioni, mentre sotto il profilo vitaminico nel porro sono presenti discrete dosi di vitamine del gruppo B, che lo rendono un buon tonificante per affrontare i periodi più caldi. 

Quanto ai sali minerali, il porro è ricco di potassio, magnesio e ferro, che sono essenziali per il buon funzionamento del sistema nervoso, dei muscoli e del sistema circolatorio.

Un vero e proprio mix di ortaggi salutari, quindi, in questa coleslaw che grazie al suo gusto fresco e alla sua composizione nutritiva, si candida ad essere un vero e proprio must della bella stagione. 

 

 

Back folder page

Torna agli articoli