Lascia il tuo indirizzo e-mail e scarica il documento

Pubblicato 4 mesi fa

Ricetta risotto al limone: ingredienti e preparazione

Home - idee cucina

risotto-al-limone-ricetta-ingredienti

Molto spesso quando ci cimentiamo in ricette più o meno articolate, non ci rendiamo conto che una delle più grandi fortune per un cuoco - di qualunque livello sia la sua preparazione ai fornelli - è quella di avere da subito a disposizione tutti gli ingredienti necessari per preparare un grande piatto.

Per mettere insieme quella ricetta che in quel momento ha colpito la sua attenzione: ecco, il risotto al limone ha questo vantaggio, quello di essere non solo cremoso e delicato, ma anche semplice da preparare perché richiede pochi ingredienti che spesso e volentieri conserviamo già nella nostra dispensa. Di conseguenza, in caso di emergenza, il risotto al limone diventa una delle alternative migliori da poter usare, sia per una cena romantica che eventualmente per una serata a quattro in casa - spadellando un po’ davanti agli invitati e riuscendo molto probabilmente a soddisfare il palato di ogni genere di commensale. Andiamo quindi a vedere quali sono gli ingredienti necessari e la preparazione per portare in tavola un piatto gustoso e che può fare al caso vostro in tante diverse occasioni.

Gli ingredienti necessari per preparare il risotto al limone

Come spiegato già in precedenza, non serve fare la spesa o acquistare ingredienti particolari per riempire lo stomaco di invitati affamati: bastano acqua, 350 grammi di riso, sale fino, pepe, olio extravergine di oliva, 100 ml di vino bianco, un limone, 40 grammi di burro e 80 grammi di parmigiano grattugiato. Insomma, se siete in difficoltà e non sapere quale primo proporre, aprite il frigorifero e molto probabilmente avrete già la soluzione a portata di mano.

Risotto a limone: quali sono le fasi più importanti della preparazione

Partiamo prima di tutto dai tempi: fare il risotto richiede una preparazione leggermente più lunga della pasta normale e soprattutto un grado di attenzione e di prossimità al riso che sta cuocendo maggiore. Per questo conviene mettere da subito con un po’ d’anticipo a bollire un litro d’acqua non salata, mentre in una casseruola inseriamo il riso a freddo - a cui aggiungiamo un pizzico di sale - e poi accendiamo il fornello. A cosa serve? Beh, semplice: at tostare il riso a fuoco vivo, facendo attenzione a non bruciarlo e per questo motivo girandolo con frequenza. L’importante è che il riso sia ben caldo e a quel punto si aggiunge un filo di olio extravergine d’oliva e sfumiamo il tutto con mezzo bicchiere di vino bianco, aspettando che evapori prima di inserire l’acqua bollente fino a coprire il riso nella padella.

A questo punto lasciamo cuocere per circa 12 minuti a fuoco dolce, facendo conto di un’accortezza che spesso sfugge a chi si diletta ai fornelli: il riso non va girato troppo spesso e di continuo. No, bisogno soltanto premurarsi di non farlo incollare ai bordi per evitare grumi o pezzi in cui la cottura non sia ben riuscita in maniera uniforme. Continuiamo così ad aggiungere acqua bollente quando quella precedente si è asciugata e, terminata la cottura, facciamo riposare il tutto per qualche minuto in attesa che si compatti e trovi la giusta amalgama. Il limone quindi entra in scena in questo momento: aggiungiamo il succo di mezzo limone e cerchiamo di dosare al meglio anche il sale. A quel punto va mantecato il tutto utilizzando anche il burro e soltanto alla fine aggiungiamo il parmigiano, tenendo conto del gusto dei commensali e soprattutto cercando il bilanciamento necessario per non rendere troppo forti i sapori in bocca. Tutto chiaro? Ora non vi resta altro che cimentarvi e provare anche voi a comporre un piatto del genere.

Back folder page

Torna alle idee di cucina