Lascia il tuo indirizzo e-mail e scarica il documento

Pubblicato 5 mesi fa

Qual è la frutta di stagione per settembre

Home - idee cucina

frutta-stagione-settembre

Come indicato da numerosi studi, mangiare frutta è fondamentale per la nostra salute, grazie all’alto contenuto di acqua, fibre, vitamine, minerali e sostanze bioattive.

Inoltre, dettaglio non trascurabile, un’elevata assunzione di frutta (unitamente alla verdura) consente di ridurre la densità energetica della dieta, sia perché i grassi e l’apporto calorico complessivo è limitato, sia perché ha un elevato potere saziante. Inoltre, il consumo di frutta è importante poiché costituisce un fattore di protezione da non sottovalutare contro le malattie cronico-degenerative non trasmissibili, con particolare riguardo per le malattie cardiovascolari e i tumori.

È noto il fatto che un’alimentazione corretta comprenda almeno 3 porzioni di frutta al giorno, meglio se lontano dai pasti, per mettere a tacere la fame a metà mattina o a metà pomeriggio, preferendo un frutto a uno snack dolce e calorico.

Quando mangiamo la frutta, però, è sempre meglio preferire quella di stagione per diverse ragioni: in primo luogo perché hanno qualità migliori sia dal punto di vista merceologico che dal punto di vista nutrizionale (un frutto cresciuto e maturato sulla propria pianta, nel proprio terreno avrà un maggiore ricchezza di nutrienti rispetto a un alimento che è invece maturato al di fuori del proprio ambiente naturale), ma anche perché consumando frutta di stagione vi è un rispetto maggiore per l’ambiente e le stagioni. Consumare frutta di stagione, insomma, fornisce ciò che serve al nostro organismo al momento giusto.

Ma qual è la frutta di stagione, in particolare quella del mese di settembre? Vediamolo insieme.

Frutta di stagione: cosa è 

A ogni stagione la sua frutta e, nello specifico è possibile trovare in inverno: arance, mandarini, pompelmi, limoni, kiwi e mele; in primavera: fragole, kiwi, limoni, ciliegie, nespole, meloni e pesche; in estate: albicocche, angurie, ciliegie, fichi, lamponi, limoni, meloni, mirtilli, pesche, prugne e more e in autunno: cachi, castagne, limoni, mele, melograni, pere, uva, arance, kiwi e limoni.

Frutta di stagione a settembre

E a settembre? Settembre è considerato un po’ il lunedì dell’anno. È il mese del ritorno dalle vacanze, delle ripartenze o dei viaggi che stanno per iniziare. È, il più delle volte, il ritorno alla routine e tanto vale affrontarla nel migliore dei modi, scegliendo prodotti di stagione che fanno bene al nostro benessere fisico e mentale. 

Settembre è quel mese perfetto che include sia frutti nati dal caldo, sia quelli dal sapore decisamente più autunnale. Le loro proprietà permettono di vivere il cambio di stagione con l’umore giusto e con le difese immunitarie più forti che mai.

In particolare, a settembre possiamo trovare molta frutta che contiene potassio come fichi, che contengono inoltre fosforo, magnesio, vitamina C e del gruppo B; giuggiole che contengono inoltre fosforo, rame, ferro, vitamina C e del gruppo B, mele che contengono inoltre calcio, vitamina C; melograno che contiene inoltre fosforo, magnesio, vitamina C, K e del gruppo B; melone che contiene inoltre magnesio, fosforo, calcio, vitamina C, A e del gruppo B; i frutti di bosco (mirtilli, more, lamponi) che contengono calcio, fosforo, ferro, sodio, potassio, vitamina A, C, PP e del gruppo B; pere che contengono inoltre fosforo, magnesio, vitamina A, C, E e del gruppo B; pesche che contengono inoltre magnesio, fosforo, vitamina C, E, A e del gruppo B; prugne che contengono inoltre calcio, magnesio, ferro, vitamina C, A e del gruppo B; susine che contengono inoltre magnesio, calcio, fosforo, vitamina C, A e del gruppo B e uva che contiene calcio, magnesio, potassio, ferro, vitamina A, C, PP e del gruppo B.

category image

Frutti rossi

category image

Estratto Più sali minerali

Back folder page

Torna alle idee di cucina