Lascia il tuo indirizzo e-mail e scarica il documento

Pubblicato 7 mesi fa

Frutta di stagione a luglio: elenco completo

Home - idee cucina

frutta-stagione-luglio

In ogni stagione c’è qualcosa di gustoso da mangiare. In particolare poi l’estate è fonte di sapore e colore in cucina: ecco tutta la frutta di stagione di luglio.

Albicocche, nespole, pesche, susine; e poi ancora amarene, ciliegie, anguria, meloni e fichi. Senza dimenticare tutti i frutti rossi come lamponi, mirtilli, ribes e infine i limoni. La frutta di stagione di luglio è gustosa, colorata, saporita, varia e adattabile a molte ricette oltre a essere gustata in ogni momento della giornata.

Frutta di stagione a luglio, perché fa bene

Estate è poi anche sinonimo di caldo, afa e sudore. Aumentare la quantità di frutta consumata - come quella di verdura – è un’ottima strategia per prevenire i colpi di calore e far sopportate meglio al corpo le alte temperature, perché aiuta con una costante idratazione e l’assunzione di principi nutritivi molto importanti. La frutta di stagione di luglio è prevalentemente composta da acqua e quindi è fonte di idratazione ma ha anche proprietà diuretiche ed è ricca di potassio e di fibre, sostanze che aiutano a combattere la spossatezza, sintomo tipico delle alte temperature. Nella frutta di stagione di luglio di colore rosso, poi, ci sono gli antiossidanti, utili a combattere l’invecchiamento della pelle e a proteggere il sistema cardiovascolare.

La frutta può essere consumata da sola, mischiata in colorate macedonie o utilizzata per preparare succhi e centrifugati. Ecco quale dettagli specifico su alcuni dei frutti estivi e come utilizzarli.

Frutta di stagione a luglio: pesche, fichi e… limoni

Le pesche sono ricche di acqua, di fibre, di vitamina C, di betacarotene, di antiossidanti e sono ipocaloriche. Danno anche molti benefici grazie ai principi diuretici e lassativi; ne conosciamo diverse varietà in Italia (pesche noci, percocche, tabaccaie, saturnine, ecc). Un utilizzo un po’ diverso delle pesche è preparare un parfait, dolce fresco e goloso, preparato con la polpa di questo frutto estivo e con la panna. Il parfait è di origine francese, costituito da una preparazione base detta pâte a bombe, composta da uova pastorizzate con sciroppo di zucchero, alla quale vengono poi aggiunti panna e altri ingredienti per aromatizzare. Spremere il limone per ricavarne il succo, sbucciare le pesche, tenendone da parte una porzione, tagliarle a pezzetti e frullarle in un mixer con zucchero e il succo di limone. Mettere questa purea in una casseruola e cuocerla a fiamma dolce per 10 minuti; intanto mettere a bagno in acqua fredda la gelatina e poi unirla gelatina, scolata e strizzata mescolando bene. Aggiungere ancora zucchero e acqua, portare a ebollizione e lasciate cuocere. Intanto montare gli albumi a neve, incorporarvi a filo lo sciroppo di pesche freddo, aggiungere delicatamente anche la purea, facendo attenzione a non smontare il composto, poi la panna montata. In uno stampo da plumcake foderato con carta da forno versare uno strato di composto e disporre sopra uno strato di fettine di pesca, ripetendo gli strati fino a esaurire gli ingredienti. Fare riposare il parfait alle pesche in freezer per almeno 3 ore e servirlo; è ideale prepararlo la mattina per la cena!

I fichi sono sì ricchi di zuccheri ma anche di acqua, contengono calcio, polifenoli, fibre e prebiotici utili per il benessere dell’intestino. Se vogliamo preservare il lo gusto per l’inverno, il modo migliore è preparare i fichi caramellati. È importante utilizzare dei frutti intatti, sodi ma maturi, se sono molto dolci diminuendo un po' la dose di zucchero.

Lavare e asciugare delicatamente i fichi; metterli in piedi, con il picciolo verso l'alto, all'interno di una pentola. Ricoprirli con succo di limone, zucchero, aceto e se si vuole il rum. Richiudere con il coperchio e fare cuocere, a fiamma dolce, fin quando non arrivano a ebollizione, poi rimuovere il coperchio e procedere la cottura che dovrà essere in totale di 2 ore. Importante: non girare mai il composi, dettaglio importate per la corretta riuscita della ricetta ma ogni tanto ricordarsi di smuovere la pentola per non farli attaccare. Se volete conservare i fichi caramellati per almeno 3 mesi, mettete dei vasetti in una pentola piena di acqua fredda e coprite i barattoli per almeno 4 cm. Sterilizzateli a fuoco medio per circa 50 minuti. Lasciateli raffreddare in pentola. Non appena saranno a temperatura ambiente, asciugateli, riempiteli con i fichi ormai cotti e raffreddati e conservateli in luogo fresco e asciutto.

Il limone è un frutto a tutti gli effetti, ricco di carboidrati, zuccheri e fibre; conosciuto prevalentemente per il suo elevato apporto di vitamina C, migliora anche la colesterolemia, riduce il rischio cardiovascolare, previene i calcoli renali e migliora i livelli di ferro, prevenendo l’anemia.

Un modo originale per mangiare il limone è preparare il gelo di limone un dessert fresco tipico siciliano. I geli siciliani sono golosi budini a base di frutta fresca, come in questo caso, oppure di acqua aromatizzata con spezie o caffè. Il gelo di limone è perfetto per concludere un pranzo, è un piacevole intermezzo in un caldo pomeriggio estivo. 

Spremere e filtrare il succo di limone, versarlo poco per volta insieme all'acqua in una pentola, mescolandolo all' amido per dolci setacciato. Unire al composto lo zucchero, mettere la pentola sul fuoco a fiamma moderata e mescolare con cura. Quando raggiungerà il punto di ebollizione e avrà consistenza vischiosa, toglierlo dal fuoco e metterlo a raffreddare a temperatura ambiente in coppette o stampini. Una volta che sarà diventato tiepido, trasferire il gelo di limone in frigorifero per almeno 3 ore, affinché assuma la consistenza di un budino. Servire freddo.

Back folder page

Torna alle idee di cucina