Lascia il tuo indirizzo e-mail e scarica il documento

Pubblicato 5 mesi fa

Come essere in forma senza diete drastiche

Home - articoli

Donegani_Piccini

Nei reel di OrtoRomi su Instagram potrai trovare la diretta fra la biologa nutrizionista Martina Donegani e Federica Piccinini, influencer sull'alimentazione in generale e su alcuni consigli su come restare in forma senza diete drastiche. Guarda la diretta con la dottoressa Martina Donegani e Federica Piccinini per scoprire come restare in forma senza dieta drastiche.

Se ti sei perso la  diretta OrtoRomi tra la dottoressa Martina Donegani @martinalasaluteincucina e Federica Piccinini @sweetascandy su Instagram visita il profilo @ortoromi e scopri i consigli preziosi di Martina. Ad esempio? 

Colazione: meglio la colazione dolce o salata? Ecco i consigli pratici su cosa mangiare a colazione

Entrambe sono ideali. Ad esempio per la colazione salata le uova vanno benissimo, dato che sono fonte di proteine soprattutto l'albume. Con del pane e dell'avocado, possiamo ricreare l'avocado toast ottimo come fonte di grassi buoni. Infine è possibile bilanciare il tutto con un estratto di frutta e verdura, fonte di vitamine. 

Invece come colazione dolce un ottima soluzione può essere il pane tostato con un velo di burro d'arachidi, per un giusto apporto di carboidrati o grassi o ancora della marmellata.  Da accompagnare con uno yogurt o bevande vegetale ed infine un estratto o frutta fresca. 

Un alternativa anche lo yogurt greco con i cereali o il porridge, da poter preparare anche la sera prima e averlo già pronto per la mattina successiva. 

Carboidrati: ha senso eliminare i carboidrati per essere in forma?

No, non ha senso perchè i carboidrati sono la principale fonte di energia. Non producono scorie quando vengono metabolizzati, sono sazianti e hanno una buona dose di fibre soprattutto quelli integrali. E' necessario però dosarli in maniera equilibrata. Il consiglio della dott.ssa Donegani è di abbinarli sempre a della verdura che non deve mai mancare ad ogni pasto ed infine di aggiungere anche una fonte proteica per ottenere un piatto unico. 

Soprattutto nelle persone che si allenano, i carboidrati sono fondamentali per ripristinare le scorte di glicogeno muscolare che vengono consumate durante l'allenamento. 

Ritenzione idrica: consigli pratici

Alcuni accorgimenti che la dott.ssa Donegani propone sono:

1. Curare bene l'idratazione: bere almeno 2 litri di acqua al giorno, che possiamo integrare anche con quella presente nella frutta e nella verdura quindi ad esempio nei cetrioli, anguria, melone e pesche. 

2. Ridurre l'apporto di sodio: ma non eliminarlo del tutto, ad esempio eliminare completamente il sale. E' un errore, perchè si va a sbilanciare l'apporto fra sodio e potassio che determina l'andamento dei liquidi dentro e fuori delle cellule. Nella ritenzione idrica c'è uno squilibrio dei liquidi che vanno ad accumularsi nello spazio interstinaziale, quindi tra le cellule. Si accumulano quindi i liquidi e le tossine, si forma l'edema e si vede il classico effetto della ritenzione idrica. Quindi? Entro i 5g di sale al giorno si possono consumare. 

Come comportarsi con gli sfizi?

Assolutamente sì, bisogna togliersi degli sfizi! Sono le abitudini che impattano, non le eccezioni. E' la frequenza la chiave. 

Altre curiosità? Guarda la diretta nei reel di OrtoRomi e non perderti i preziosi consigli della dott.ssa Donegani. 

Back folder page

Torna agli articoli