Lascia il tuo indirizzo e-mail e scarica il documento

Pubblicato 9 mesi fa

Come presentare la frutta in modo originale: qualche idea

Home - idee cucina

presentazione-frutta-maniera-originale

La frutta è buona, fa bene ed è giusto mangiarla a ogni età. Perché non sfruttare la diversità di forme e colori che ci propone la natura, presentando la frutta in modo originale?

Mangiare la frutta fa bene, a qualunque età e in ogni momento della giornata. Le scuole di pensiero però sono varie: secondo alcuni è meglio mangiarla lontano dai pasti, secondo altri a fine pasto o addirittura all’inizio, come spezza fame. Per l’Istituto Superiore di Sanità la regola è chiara: mangiare frutta al termine del pasto non fa male; secondo l’ISS l’importante è mangiarla e fa bene in qualunque momento della giornata. Le “Linee guida per una sana alimentazione” infatti ci dicono che concludere pranzo e cena con un frutto ha anche effetti positivi sul nostro organismo: il sapore acidulo della frutta dà il “segnale” che il pasto è terminato e fa scattare un sintomo di sazietà, così da evitare i dolci.

Grazie all’assunzione di frutta a stomaco pieno infatti i suoi zuccheri vengono rilasciati più lentamente nell’organismo e se ne evita, così, il rapido innalzamento nel sangue. Gli ormoni come insulina e glucagone vengono saziati e non fanno scattare il ritorno del senso di fame. C’è poi un altro importante dettaglio che segnalano gli scienziati dell’ISS: l’acidità della frutta e alcune sue vitamine, soprattutto la vitamina C, facilitano l’assorbimento del ferro contenuto nelle verdure che probabilmente si sono mangiate durante il pasto.

E, se dopo i pasti contiene il senso di fame, mangiarla è importante anche per contenere il peso: la presenza di fibre riduce l’assorbimento di zuccheri e grassi, aiutando a dimagrire.

In generale però ricordiamo: a prescindere dal momento in cui decidiamo di consumarla, la frutta fa bene. Nelle giuste quantità può essere consumata dopo pranzo o cena e sicuramente è un’ottima idea usarla come merenda, spuntino e come parte della prima colazione, sia per i bambini sia per gli adulti e gli anziani. Gli esperti raccomandano almeno cinque porzioni di frutta e verdura al giorno, con un consumo quotidiano minimo di tre porzioni di sola frutta per un totale di 150 grammi. Quindi via libera a “sfruttare” anche pranzo e cena per il consumo!

La frutta e buona e fa bene, ma è anche molto bella: colori e forme variegati la rendono piacevole anche da vedere. Quindi ecco qualche idea di come presentare la frutta in modo originale.

Frutta in tavola, l’importante è la presentazione 

Se uniamo la il gusto della frutta a una presentazione originale, otterremo sicuramente l’effetto wow tra i nostri commensali. Un’idea semplice e vincente è quella di utilizzare la calotta del melone o un ananas tagliato a metà e scavati, ad esempio, come contenitori per altri frutti tagliati a pezzetti, dando così un tocco fantasioso a una classica macedonia.

Anche una semplice composizione di frutta può fare una grande scena, basta usare tutti i suoi colori, ottenendo così un modo pratico di servire la frutta fresca in tavola. Gli agrumi si prestano molto a questo tipo di operazione: sbucciate delle clementine e riponete gli spicchi in un piatto, tagliate delle arance e le mele a fette verticali, i kiwi a fette orizzontali e le fragole in quattro; infine se volete, potete aggiungere, mandorle tostate e sbriciolate.

Un'idea originale e veloce è quella di preparare una torta di anguria: una fetta di anguria farà da base alla torta composta fa tanta frutta fresca, dal melone giallo ai mirtilli, dal kiwi alle ciliegie, da tagliare e disporre come più piace, alla quale volendo si può aggiungere anche una pallina di gelato di frutta o un po’ di yogurt greco.

I vasetti di frutta sono un modo elegante e simpatico per presentare la macedonia di frutta. In alternativa a quelli di vetro, si possono usare bicchierini o tazzine di medie dimensioni ma che sia trasparente in modo che sia possibile vedere i colori della frutta.

Gli spiedini di anguria e mirtilli sono una fresca idea per proporre la frutta in modo divertente soprattutto ai bambini. Realizzarli è semplicissimo: con le formine per biscotti - a stella, cuore, fiore o manina - intagliare l'anguria, poi infilzarla con dei lunghi stuzzicadenti (quelli per fare gli spiedini) nei quali avrete fatto passare i mirtilli. Ma si possono usare anche il melone, le fragole e i chicchi d’uva…

Gli spiedini possono essere preparati anche con la frutta glassata, come alternativa più elegante da servire per un buffet. Lavate la frutta e sbollentatela in acqua bollente per qualche minuto, lasciare asciugare, tagliare la frutta a pezzi e poi infilarla nei bastoncini. Quindi sbattere un albume in una ciotola e immergervi gli spiedini. Scolare e infine aggiungere zucchero semolato finissimo o del cocco in polvere. Disponeteli in diagonale su un piatto rettangolare o in cerchio se utilizzate una teglia rotonda e servirli in tavola! Se non si vuole utilizzare gli albumi, si può preparare uno sciroppo con zucchero e acqua da spalmare sugli spiedini in modo che lo zucchero semolato si attacchi. Ricordarsi di versare il succo di limone sugli spiedini di frutta fresca se si prevede di consumarli più tardi: in questo modo il frutto non diventa nero.

category image

100% arancia bionda

category image

100% arancia rossa I.G.P.

category image

Frutti rossi

category image

100% Mela Pink Lady®

Back folder page

Torna alle idee di cucina